Latina presentazione di Oltre Gomorra

Comunicato Stampa

OLTRE GOMORRA
di Paolo Coltro con Nunzio Perrella
Latina (Via A. Diaz, 10) – laFeltrinelli Libri e musica
Lunedì 13 marzo 2017, ore 17

La vera storia di come tutto cominciò, anche in quel lembo di terra che segna il confine tra il Lazio e la terra dei Casalesi. Dove, nel marzo di 22 anni fa, fu assassinato don Cesare Boschin, l’ottantenne parroco di Borgo Montello, ucciso perché – forse – aveva cominciato a sospettare qualcosa. Ma anche la prova provata di come chi aveva il potere di intervenire non fece niente per impedire che il maggior stupro all’ambiente si perpetuasse nel tempo.
Tra il giugno del 1992 e l’aprile dell’anno successivo Nunzio Perrella, esponente di spicco dell’omonimo clan camorristico attivo nella periferia occidentale di Napoli, aveva svelato tutto ciò che c’era da sapere sugli interramenti e sul criminale traffico di rifiuti in Italia. In decine di ore di registrazioni e in più di cento pagine di verbali aveva spiegato come e perché fosse stato possibile trasformare in oro l’immondizia. A conferma del suo incredibile racconto, l’uomo che aveva portato con mano la camorra ad infiltrarsi nella filiera dei rifiuti, fornì un lungo elenco di nomi, circostanze, località e metodi di smaltimento (leciti e illeciti) di milioni di tonnellate di scarti industriali altamente pericolosi. Magistratura e forze dell’ordine avevano a disposizione un quadro ben preciso del patto scellerato posto in essere da industriali senza scrupoli, imprenditori al di sopra di ogni sospetto e camorristi, con la silente complicità di politici e amministratori locali inseriti nel libro paga dei clan. Ma per quasi un quarto di secolo non è successo praticamente nulla. E ad accorgersene per primo è stato l’ex colletto bianco della camorra, che a distanza di venticinque anni dall’inizio della sua collaborazione con la giustizia, afferma: «Per vent’anni ho visto coloro che avevo denunciato continuare a lavorare come prima e peggio di prima».
Nunzio Perrella e il giornalista Paolo Coltro, intervistati dalla giornalista Graziella Di Mambro del quotidiano “Latina Oggi”, presenteranno il loro “Oltre Gomorra. I rifiuti d’Italia”, edito dalla casa editrice Cento Autori, a laFeltrinelli Libri e musica di Latina. L’evento è in programma lunedì 13 marzo, alle ore 17.

Paolo Coltro è nato a Vicenza 63 anni fa. Giornalista professionista. Nel 1979 è stato tra i fondatori del quotidiano “il Mattino di Padova”, dove ha percorso la sua carriera da cronista di giudiziaria a caposervizio cultura. Nel 1991 è stato prima vicedirettore e poi direttore del quotidiano “Nuova Vicenza”. È tornato nel Gruppo Espresso nel 1994 come caporedattore de “la tribuna di Treviso”. Nel 1999 è diventato caporedattore per le pagine di cultura e spettacoli dei tre quotidiani veneti Finegil. Oggi collabora con il “Corriere della Sera” e il “Corriere del Veneto”.

Nunzio Perrella è nato a Napoli 68 anni fa. Ha iniziato la carriera di camorrista senza mai sparare un colpo di pistola; è stato arrestato due volte quand’era molto giovane. Mentre gli altri fratelli davano inizio alla scalata del mondo del crimine, diventando in breve tempo i temuti boss del rione Traiano, lui sceglieva di diventare un colletto bianco, coniugando camorra e imprenditoria. Nuovamente arrestato nel 1992, è diventato collaboratore di giustizia, rivelando tutti i segreti del traffico di rifiuti, che per primo aveva intuito. Condannato a 24 anni di carcere, li ha scontati ai domiciliari e in galera. Ora è un libero cittadino, e da libero cittadino ha scelto di continuare la collaborazione con i magistrati.

0 Comments

Be the first to post a comment.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*