Filosofia napoletana… in clima Carnevalesco e Pasquale

di Carmine Adinolfi

Ritornano Don Ciccillo il barbiere, Don Gaetano il parroco della Chiesa, il maresciallo Ciruzzo e tutti gli altri personaggi che hanno animato l’Atto Unico Filoso¬a napoletana… in clima Natalizio. Siamo ancora a Napoli, nei vicoli della zona di San Potito, dove il Carnevale impazza ma la crisi economica è il tarlo che rode la povera gente. Sull’esempio di vita di Peppiniello, un bambino orfano di madre, la gente non si rassegna e cerca di reagire alle quotidiane avversità. La Resurrezione del quartiere sembra prossima e suggellata dall’omelia del Cardinale di Napoli alla messa della Santa Pasqua. Un testo che evoca sorrisi e commozione, nella migliore tradizione del teatro napoletano.

ISBN 978-88-97121-80-0
Collana Narratopoli
Formato 14,5×21
Pagine 72
Prezzo €5,00

Filosofia_napole_5carnev

Carmine Adinolfi

(nato a Salerno il 2 giugno 1952, da Antonietta Polito e Manlio, è stato, dopo Giuseppe e Vincenza, l’ultimo di tre figli. Ha trascorso l’infanzia nelle campagne di Paestum, dove il papà aveva ereditato una piccola azienda, a conduzione familiare. A sedici anni, ha vinto il concorso per entrare nella Scuola Militare Nunziatella di Napoli, proseguendo successivamente gli studi presso l’Accademia di Modena, per poi laurearsi in Giurisprudenza e superare anche l’esame per l’esercizio della professione forense. Sposato con la Signora Paola, ha due figli, Alessandro e Chiara. Autore di numerosi articoli sulla rivista “Il Carabiniere”, relativi a temi di notevole interesse, come la Costituzione, l’ambiente, l’etica, l’educazione, ha pubblicato il racconto “Ricordi dal caminetto” e il testo “Filosofia napoletana… in clima Natalizio”. Ha tenuto diverse conferenze sui temi della “legalità” a giovani delle Università e delle scuole. Ha scritto il presente testo sulla base di una conoscenza personale e diretta delle problematiche della delicata realtà napoletana, ricca di valori e di contraddizioni.